Come cucinare la zucca? Tutti i segreti da conoscere

Ortaggio autunnale per antonomasia, la zucca si presta a tantissime ricette, dall’antipasto al dessert, salate o dolci. Nonostante il suo sapore zuccherino non ha un alto contenuto calorico; è ricca di vitamine e di sostanze antiossidanti. La sua polpa giallo arancio, soda ma tenera, ha ottime qualità culinarie.

In cucina sono da preferire per eccellenza qualitativa le varietà Mantovana e Marina di Chioggia, pregiate e adatte per vellutate, ripieni e risotti, la piacentina, compatta e gustosa, e l’ottima Butternut Rugosa dal gusto vagamente di nocciola. All’acquisto è bene assicurarsi che la zucca sia pienamente matura, condizione ottimale d’utilizzo.

Tanti sono i gustosi piatti in cui la zucca è protagonista, altrettanti sono i modi in cui puoi cucinarla. Puoi prima cuocerla in forno e poi passarla al setaccio per farne una passata per condire un ottimo primo, come nel Risotto alla zucca con salsa di gorgonzola dolce. Oppure puoi cucinarla al vapore a tocchetti, pronta come base per l’impasto dei tuoi gnocchi alla zucca. Tagliata a dadini, puoi rosolarla in padella per ultimare delle scaloppine di maiale con pere e zucca. Scopri su Sale&Pepe i tanti modi per cucinare la zucca.

La zucca varia notevolmente di forma, colore e dimensione a seconda delle varietà. Se acquisti una qualità di zucca di forma allungata e rotonda la preparazione è semplicissima perché la polpa gialla e compatta non ha semi e filamenti. Mettila sul tagliere e dividila a fette piuttosto spesse. Se va cotta al forno si può lasciare attaccata la striscia di buccia, in caso contrario staccala incidendola con la punta di un coltellino.
Se acquisti una grande zucca intera, soprattutto se si tratta di una varietà con scorza spessa e bitorzoluta, aprila prima a metà per ridurre le dimensioni e poterla maneggiare più agevolmente, poi dividila a grossi spicchi e con un coltellino elimina tutta la parte centrale ricca di semi e di filamenti. A questo punto stacca la buccia, compresa la parte intermedia biancastra che sta tra la scorza e la polpa. Ecco che la zucca è pronta per essere cotta.

La zucca intera si mantiene fino a 2-3 mesi. Se è tagliata a pezzi si conserva in frigo e si deve consumare entro 2-3 giorni. Se vuoi farne una scorta prima della fine della stagione della zucca, per conservarla a lungo, cuoci la polpa (al forno, nel microonde o al vapore), frullala e congelala in vaschette.

Fonte: Sale&Pepe

Una risposta a "Come cucinare la zucca? Tutti i segreti da conoscere"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...